L’INPS ha pubblicato, in data 22 aprile 2021, i dati di gennaio 2021 dell’Osservatorio sul precariato.

Nel corso di gennaio 2021, nel settore privato complessivamente le assunzioni sono state 441.954. Nonostante si tratti di un dato provvisorio, destinato a essere rivisto al rialzo, la differenza rispetto allo stesso mese dell’anno precedente (649.754; -30%) è assai consistente e riflette il ritorno nei mesi autunnali e invernali di un’incidenza rilevante della pandemia da Covid-19. La contrazione riguarda tutte le tipologie contrattuali.

La dinamica dei flussi

Le trasformazioni da tempo determinato a tempo indeterminato, nel primo mese del 2021, sono risultate 49.526, in flessione rispetto a gennaio 2020 (84.668; -42%). In crescita risultano invece le conferme di rapporti di apprendistato giunti alla conclusione del periodo formativo (+16%).

Le cessazioni sono state 319.073, in diminuzione rispetto a gennaio dell’anno precedente (-37%).

Il lavoro occasionale

I lavoratori impiegati con Contratto di Prestazione Occasionale (CPO) a gennaio 2021 sono stati 9.134 (in calo rispetto allo stesso mese del 2020); l’importo medio mensile lordo della loro remunerazione effettiva risulta pari a 247 euro.

I lavoratori pagati con i titoli del Libretto Famiglia (LF) sono stati 12.808 (in aumento rispetto a gennaio 2020), con un importo mensile lordo medio di 175 euro.

 

 

Il Report dei dati gennaio-ottobre 2020

 

Fonte: INPS