L’Agenzia delle Entrate ha emanato la risoluzione n. 37/E del 26 giugno 2020, con la quale istituisce i codici tributo per la restituzione spontanea, tramite il modello “F24 Versamenti con elementi identificativi”, del contributo a fondo perduto non spettante, di cui all’articolo 25 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34.

Per consentire il versamento spontaneo delle suddette somme tramite il modello “F24 Versamenti con elementi identificativi” (c.d. F24 ELIDE), si istituiscono i seguenti codici tributo:

  • “8077” denominato “Contributo a fondo perduto – Restituzione spontanea – CAPITALE – art. 25 decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34”;
  • “8078” denominato “Contributo a fondo perduto – Restituzione spontanea – INTERESSI – art. 25 decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34”;
  • “8079” denominato “Contributo a fondo perduto – Restituzione spontanea – SANZIONE – art. 25 decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34”.

In sede di compilazione del modello “F24 ELIDE”, i suddetti codici tributo sono esposti in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a debito versati”, indicando:

– nella sezione “CONTRIBUENTE”, nei campi “codice fiscale” e “dati anagrafici”, il codice fiscale e i dati anagrafici del soggetto tenuto al versamento;

– nella sezione “ERARIO ED ALTRO”, sono indicati:

. nel campo “tipo”, la lettera “R”;. nel campo “elementi identificativi”, nessun valore;
. nel campo “codice”, uno dei codici tributo istituiti con la presente risoluzione;
. nel campo “anno di riferimento”, l’anno in cui è stato percepito il contributo, nel formato “AAAA”;
. nel campo “importi a debito versati”, l’importo del contributo a fondo perduto da restituire, ovvero l’importo della sanzione e degli interessi, in base al codice tributo indicato.

 

Fonte: Agenzia Entrate